È vero che le fatte dell’orso bruno non emanano cattivo odore?

Premesso che non bisogna mai toccare né odorare gli escrementi di orso bruno per il pericolo di trasmissione di agenti patogeni, l’odore che emanano dipende dalla dieta del plantigrado: se l’orso si è cibato solo di vegetali, in effetti, i suoi escrementi non sono sgradevoli all’olfatto, ricordando il caratteristico odore di fieno o erba in via di fermentazione; se invece ha assunto carne, le fatte emettono un odore intenso e sgradevole, come quello delle feci dei cani o di altri carnivori.

La dieta dell’orso si basa, comunque, in modo prevalente su alimenti di origine vegetale.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi