Val Lomasona: arrampicata in sicurezza a contatto con la natura

di Massimo Dorigoni

In queste prime giornate autunnali di settembre abbiamo fatto tappa in Val Lomasona. Qui abbiamo trovato quello che dai locali viene definito come un “piccolo paradiso alpino”. Una valle che si inizia a intravedere appena arrivati su uno degli altipiani più caratteristici del Trentino, quello del Lomaso. Superati i paesi di Campo Lomaso e Vigo Lomaso si raggiungere Dasindo dove, già a bordo strada si possono notare le indicazioni per la Val Lomasona. Seguite queste, ci si inoltra nella pianeggiante e incontaminata valle attraverso una strada, solo a tratti asfaltata, che ci conduce al parcheggio della falesia, dove abbiamo incontrato l’alpinista e guida alpina di San Lorenzo Dorsino Luca Cornella che ci ha illustrato le attività possibili in questo contesto assolutamente silenzioso e incontaminato.

Luca, parliamo innanzitutto della falesia. A chi è adatta e perché?

«La falesia è adatta sia a principianti che a alpinisti esperti. C’è possibilità di scalare su tutti i gradi. Viste le caratteristiche della zona credo sia l’ambiente ideale per le famiglie e per chi è neofita dell’arrampicata considerando che sulla “roccia dei folletti” possiamo trovare almeno trenta vie che variano dal secondo al sesto grado. Sulle falesie circostanti non mancano però vie per rocciatori “navigati”, alcune di stampo alpinistico. In totale nella valle si contano fino a centotrenta vie. In questo luogo magico, a pochi passi dal sentiero, possiamo inoltre trovare un brevissimo sentiero attrezzato dove possiamo cimentarci nella salita in sicurezza. Inoltre possiamo trovare una zona dedicata al boulder, un’arrampicata su grandi massi che si svolge a pochi metri da terra».

sdr

L’importante per chi arrampica in parete è la progressione in sicurezza.

«Certamente sì. Le vie che si vanno ad affrontare su queste falesie sono ottimamente attrezzate a spit e soste per le calate. Per i frequentatori il materiale omologato per l’arrampicata e il casco devono sempre essere presenti. Solo così è possibile la prevenzione d’incidenti».

Quale il periodo indicato per l’arrampicata in Val Lomasona?

«I periodi più indicati sono quelli primaverili e autunnali. In inverno è troppo freddo e in estate zanzare e moscerini hanno la meglio vista anche l’umidità presente».

Una valle è incantevole e le sorprese non finiscono mai.

«La Val Lomasona offre delle bellissime passeggiate nel verde tra campagne, boschi e prati. Un’attrezzata e sempre curata area pic-nic mette a disposizioni dei visitatori griglie e fuochi per chi volesse trascorrere una giornata in compagnia o una pausa relax dopo l’arrampicata. Un luogo sicuramente silenzioso dove l’unico rumore che si sente è quello del torrente Dal che percorre la sinistra orografica di tutta la valle».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi