Vertical Race: di corsa sui “vecchi sentieri”

di Stefano Voltolini

Un circuito di gare che riscoprono i «vecchi sentieri»: i tracciati di una volta, che collegavano i centri abitati, portavano in quota o passavano nei luoghi degli antichi mestieri. È la Vertical Race che torna ad animare i mercoledì sera della corsa in montagna tra l’altopiano di Pinè e la valle di Cembra, in Trentino.

L’edizione 2017 comincia il 28 giugno, per sei gare fino all’ultima del 2 agosto (l’inizio è sempre alle 19.30). L’anno scorso il circuito ha portato sui sentieri 1.100 atlete, atleti e appassionati. Quest’anno le iscrizioni sono già a una media di 180 iscritti per giornata.

Ecco il calendario: appuntamento, sempre alle 19.30, a Grauno mercoledì 28 giugno per la Vecchi Mestieri Vertical Race, ad Albiano mercoledì 5 luglio per la Calcare Vertical Race, mercoledì 12 luglio a Sover per la Molini Vertical Race, a Verla il 19 per la Corona Vertical Race, a Centrale il 26 per la Stramaiolo Vertical Race (che sostituisce il percorso fino al rifugio Tonini, distrutto dall’incendio del dicembre 2016), infine a Segonzano il 2 agosto per la Piramidi Vertical Race, sul sentiero delle piramidi.

«Valorizziamo i vecchi sentieri, che erano utilizzati una volta» racconta Antonio Casagrande, presidente dell’Atletica valle di Cembra e capofila degli organizzatori. Rappresenta i comitati che aderiscono: oltre all’Atletica Proloco Grauno, Proloco Grumes, Mai Zeder Team, Alpini Verla, Sat Tre Valli, Sat Di Albiano. «A Grauno ad esempio – continua Casagranda – si va lungo i vecchi mulini. Ad Albiano si passa per le calcare, dove si faceva la calce. Il circuito mette in relazione i territori. Ognuno valorizza qualcosa. Si favoriscono la manutenzione e la decespugliazione. Pensare che tanti di questi tracciati una volta erano la viabilità principale tra i centri abitati. Ahimè quest’anno non possiamo passare per il Tonini, distrutto dall’incendio».

Dal punto di vista sportivo, le gare hanno una lunghezza media di tre chilometri e un dislivello di 500 metri. Sono a portata di tutti grazie alla formula anche non competitiva, per chi non ha il certificato medico o vuole solo farla in compagnia.

Sarà l’ottava edizione del circuito nato inizialmente come ritrovo di un gruppo di amici per l’allenamento serale. Vengono premiati i primi tre arrivati nella categoria femminile e in quella maschile. L’iscrizione costa 15 euro a gara, 75 euro per tutte e sei. Lo sponsor è l’azienda Campagnolo di Bassano del Grappa.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi