Oltre 350 iniziative a contatto con la natura

Arriva l’estate e con la bella stagione cresce la voglia di escursioni in montagna e del contatto con la natura. Ecco cosa propone a questo riguardo il Parco Naturale Adamello Brenta con il ricco programma Un’estate da Parco 2017. E per scoprire le varie iniziative proposte, abbiamo chiesto a Chiara Grassi, dell’Area comunicazione del Parco, di farci da “guida”, presentandoci il programma. Ecco cosa ci ha raccontato.

«Estate nel Parco Naturale Adamello Brenta significa camminate nella natura, aria buona, frescura, relax e svago, ma significa anche ricerca e apprendimento. Da ben quindici anni, infatti, nelle valli del Parco proponiamo “Un’estate da Parco”, un ricco programma di escursioni, esperienze, scoperte, con un’attenzione particolare agli aspetti educativi in cui, si sa, la natura è maestra.

Chiara Grassi, dell’Area Comunicazione del Parco Naturale Adamello Brenta. Nella foto il Lago di Tovel (foto archivio PNAB)

Anche per l’estate 2017 il calendario è molto intenso! Fino al 17 settembre, il Parco propone oltre 350 iniziative, sempre con l’accompagnamento degli esperti del Parco, che sanno trasmettere tutta l’emozione e l’importanza di essere all’interno di un’area protetta. Ogni giorno ci si potrà iscrivere alle tante attività che, tra il piacere e il divertimento, sanno anche trasmettere ai partecipanti messaggi importanti, confidando possano accompagnarli anche dopo il loro ritorno a casa. Si potrà quindi scegliere tra le attività da sempre più apprezzate oppure tra le molte novità ideate quest’anno e… con la ParcoCard tutto il Parco è a portata di mano!

Tra le conferme, vi sono le escursioni “Sugli Alpeggi della Rendena” in cui, domenica 25 giugno e poi ogni giovedì dal 6 luglio al 10 agosto, insieme all’esperto dell’Associazione nazionale allevatori di Razza Rendena (A.N.A.Re.) raggiungeremo ogni volta una malga diversa. All’arrivo ci accoglierà il malgaro con un pranzo tipico, sempre offerto dalle amministrazioni proprietarie della malga, e la degustazione di prodotti locali come il miele certificato Qualità Parco, i salumi della Val Rendena, i formaggi e lo yogurt biologici o i distillati di genziana e imperatoria. Specularmente, con l’Apt Terme di Comano Dolomiti di Brenta, tutti i giovedì dal 6 luglio al 31 agosto ci si addentrerà in Val d’Ambiez per visitare il famoso Giardino dei fossili e poi assaggiare con il pastore i prodotti della Malga Senaso di Sotto.

Il Lago di Tovel (foto archivio PNAB)

Confermata anche la stretta collaborazione con il Muse-Museo delle Scienze, con i cui tecnici, tutti i giorni dal 17 luglio, due volte al giorno, ci caleremo nei panni degli scienziati per andare “Alla ricerca dell’alga perduta”, la famosa tovellia sanguinea, responsabile del fenomeno di arrossamento del Lago di Tovel, oppure per conoscere la storia geologica di questo bellissimo lago dalle acque color smeraldo.
Pensate esclusivamente per i più piccoli, anche due attività realizzate con l’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena: tutti i martedì pomeriggio “Click che spettacolo!” per fare della macchina fotografica la propria compagna di avventura, e tutti i mercoledì “Detective fish” per diventare investigatori privati alla Casa del Parco Acqua Life di Spiazzo.

Tra le novità, invece, segnaliamo due escursioni con l’Apt Val di Non nel pittoresco contesto del Pian della Nana e del Monte Peller: tutti i giovedì faremo una camminata con i frontalini nel “Paesaggio dolomitico all’imbrunire” e ci fermeremo a cena al rifugio Peller, mentre tutti i sabati saremo immersi “Tra le sconfinate praterie del Peller” da malga Clesera a malga Tassulla. Con l’Apt Altopiano della Paganella scopriremo qualcosa di veramente sconosciuto: “Il Lago di Andalo: le acque nascoste”, un lago che appare e scompare in base alle stagioni per via di un fenomeno carsico rarissimo in Italia.

(Foto archivio PNAB)

E poi, ancora, con i Consorzi turistici Valle del Chiese e Giudicarie Centrali, tutti i mercoledì pomeriggio dal 5 luglio, impareremo che “La biodiversità è un tesoro” cercando impronte e tracce degli animali in due contesti ambientali diversi, la Val di Daone e la Val di Breguzzo. Sempre sulle tracce, ma questa volta dell’animale simbolo del Parco, l’orso bruno, tutti i giovedì pomeriggio, con il Consorzio Dimaro Folgarida Vacanze, andremo in Val Meledrio per conoscere le metodologie di monitoraggio e le tecniche di gestione di questo animale.

Dislocate sul territorio, si trovano poi le Case del Parco, dove giochi, allestimenti multimediali e plastici, permettono di approfondire aspetti particolari dell’area protetta: flora, geologia, fauna, lago rosso, acqua e antichi mestieri.

La Casa del Parco di Spormaggiore dedicata all’orso bruno (foto archivio PNAB)

Ma in “Un’estate da Parco” sono proposte moltissime altre attività, visite, escursioni, anche in notturna, e traversate impegnative con le Guide alpine, per vivere l’area protetta con tutti i nostri sensi. Si possono trovare tutte le informazioni presso gli Uffici Turistici che collaborano con noi, i numerosi InfoPoint nel Parco e sul nostro sito web www.pnab.it.

Vi aspettiamo al Parco Naturale Adamello Brenta».

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi