I.TA.CÀ – il Festival del turismo responsabile approda in Trentino dal 25 settembre al 1 ottobre

Nato in Emilia Romagna e giunto alla sua nona edizione, IT.A.CÀ è il primo festival in Italia a occuparsi di turismo responsabile e innovazione turistica. Ogni anno fa tappa in diverse città e territori italiani – Bologna, Ferrara, Padova, Ravenna, Rimini, Trentino, Reggio Emilia, Parma, Rovigo e Monferrato nell’edizione 2017 – con lo scopo di promuovere un tipo di turismo attento all’impatto sociale, economico e ambientale del viaggiare attraverso, prima di tutto, il riconoscimento della centralità delle comunità locali ospitanti e il rispetto dei territori. Negli anni, grazie a una rete sempre più fitta di associazioni ed enti locali coinvolti, sono state organizzate numerose iniziative sotto forma di contest, presentazioni di libri, convegni, incontri, laboratori, cene, spettacoli teatrali e musicali, documentari, mostre e itinerari a piedi. Ciò che offre è un fitto calendario di occasioni per vivere in prima persona esperienze di turismo sostenibile e per scoprire luoghi e culture, anche vicini a casa, in modo originale.

logo Itaca

Per il terzo anno consecutivo anche il Trentino aderisce a questo festival con una proposta ricca di esperienze e di appuntamenti culturali, sparsi su tutto il territorio provinciale. Volutamente, è stato scelto il periodo autunnale per lanciare un messaggio importante: anche le stagioni “di mezzo” possono offrire interessanti spunti e possibilità per il turismo!
Ma andiamo al programma e scopriamo cosa ci riserva l’edizione del 2017, in Trentino dal 25 settembre al 1 ottobre 2017.

Ad aprire il festival c’è la presentazione del libro “La mia Francigena”, dove sarà presente l’autore Andrea Vismara.
Grazie alle studentesse del corso Arte dell’Università di Trento, ci sarà la possibilità di visitare Trento da una prospettiva diversa e non abituale, attraverso i resti delle sue antiche mura. Per stimolare una riflessione sullo sviluppo turistico sostenibile quale motore di una nuova economia per i territori montani sono in calendario due appuntamenti curati da Natourism S.r.l. e l’Università di Trento: nel primo si parlerà delle ricadute economiche generate dai lunghi percorsi a piedi; nel secondo del management della sostenibilità applicata in ambito turistico.
Ci sarà spazio anche per approfondire tematiche più delicate, sempre legate al viaggiare. Ne è un esempio la serata proposta dal Centro per la Cooperazione Internazionale sul tema della migrazione come strumento per cercare altrove un futuro migliore.
A Rovereto sarà allestita una mostra fotografica di viaggio “Il giro del mondo in 80 blogger”, a sostegno di Marta4kids.

ITACA-2017-CARTOLINA-fronte

Il fine settimana sarà inaugurato da un concerto con musiche dal Mediterraneo a cura di Collettivo Spartito, alla Cantina Toblino.
Per gli amanti del movimento all’aria aperta e in natura sono previste tre diverse escursioni: il trekking con i lama (a cura dell’Agriturismo Fattoria Athabaska), il trekking someggiato nel Parco Naturale Locale del Monte Baldo della durata di due giorni e il trekking di tre giorni alla scoperta degli antichi laghi della Valle di Cembra, con pernottamento in rifugio (organizzato dalla Rete di Riserve Alta Val di Cembra – Avisio e da Ambiente Trentino).

Per i più golosi non mancherà la possibilità di cimentarsi in esperienze gastronomiche, a partire dal corso di cucina vegetariana, per proseguire con il mercato contadino e con la degustazione di prodotti tipici presso il maniero di Castel Ivano.
Per gli appassionati di storia ed etnografia invece sono previste le escursioni organizzate da Tremembè sul Monte Celva e dall’Ecomuseo del Vanoi.
Particolare attenzione sarà riservata al tema della disabilità e del turismo accessibile, grazie ad un’intera giornata “Senza barriere” sull’altopiano del Tesino, durante la quale sarà presentata anche una nuova struttura per il turismo sociale.
Infine, sarà proposta una “caccia al tesoro sostenibile” per le vie di Trento alla scoperta della città e dei principi del turismo responsabile.

 

Potete trovare il programma dettagliato del Festival in Trentino a questo link.

L’edizione Trentina del festival è stata coordinata dall’Associazione TassoBarbasso. I partner coinvolti nell’organizzazione delle diverse iniziative sono: Natourism srl, Istituto Ivo de Carneri, Centro per la Cooperazione Internazionale, Università di Trento – Dipartimento di Economia e Management, Rete di Riserve Alta Val di Cembra – Avisio, Parco Naturale Locale Monte Baldo, Comune di Castel Ivano, Associazione Ecomuseo del Vanoi, Partecipanti al progetto “Il sussurro della montagna” della Fondazione Trentina Alcide Degasperi, Artico SCS, IRIFOR, Gruppo Operativo Agroecologia per il Trentino, Tremembè ONLUS, Chiara Ruggieri, viaggiandosimpara.org, Agriturismo Fattoria Athabaska, Hotel Regina Elena, Collettivo Spartito, Ambiente Trentino.

Foto in alto di Alessandro Cristoforetti

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi