Ausilia, il progetto trentino per restituire autonomia alle persone con problemi di disabilità

Che il Trentino sia una delle località italiane con un alta qualità della vita è un fatto noto, ma forse è meno conosciuta la circostanza che ci sia un’attenzione particolare per le persone disabili, finalizzata a migliorare anche la loro qualità di vita, con tutta una serie di servizi a loro dedicati.

 

Per fare conoscere tutti questi servizi, domenica 1 ottobre, all’Ospedale riabilitativo Villa Rosa di Pergine, si svolgerà l’evento “Trentino: disabilità senza barriere“, la prima edizione di una giornata durante la quale saranno presentate le diverse iniziative per le persone disabili.

 

A Villa Rosa si sta infatti sviluppando il laboratorio Ausilia che si concentra sullo sviluppo di soluzioni abitative personalizzate per permettere a persone non totalmente autosufficienti di recuperare la propria indipendenza, grazie a soluzione tecnologiche innovative.

 

(Foto archivio Ufficio stampa PAT)

 

Nell’ambito del “Trentino: disabilità senza barriere” si terrà anche il Disability Raid, manifestazione patrocinata dal CsenCentro sportivo educativo nazionale, promossa da Academy4x4 – Scuola nazionale guida sicura fuoristrada, che ha l’obiettivo di coniugare il mondo automobilistico a elevata mobilità con le esigenze dei portatori di diversa abilità.

 

Il programma della giornata (promossa da Provincia autonoma di Trento, Azienda provinciale per i Servizi sanitari, Csen, Università di Trento, in collaborazione con Academy4x4) prevede in apertura, alle 9, i saluti istituzionali dell’assessora all’università e ricerca Sara Ferrari, dell’assessore alla salute e politiche sociali, Luca Zeni, del direttore generale dell’Azienda sanitaria Paolo Bordon, nonché del rettore dell’Università di Trento Paolo Collini. Sono quindi previsti interventi di esperti del mondo accademico, provinciale e sanitario, nonché di alcune realtà trentine impegnate nel mondo della disabilità che illustreranno le iniziative presenti sul territorio e i servizi che la Provincia mette a disposizione dei cittadini, fra cui appunto Ausilia.

 

 

Ausilia è un progetto nato per realizzare la migliore soluzione di assistenza in grado di restituire autonomia e sicurezza a persone che, a seguito di un evento traumatico o una malattia, hanno difficoltà ambientali che ne compromettono l’autosufficienza. A questo scopo è stata realizzata un’infrastruttura dedicata, progettata dai Dipartimenti di Ingegneria dell’Università in stretta collaborazione con il personale ospedaliero riabilitativo, che si compone di due ambienti di ricerca: un laboratorio-palestra e un appartamento attrezzato.

 

Il laboratorio-palestra è uno spazio in cui vengono testate diverse soluzioni domestiche per trovare quella che maggiormente soddisfa le necessità soggettive dell’utente, creando una configurazione domestica personalizzata. Sono presenti diverse aree funzionali, associate ai vari ambienti domestici, per imparare ad affrontare gradualmente la vita domestica, utilizzando diverse soluzioni architettoniche ed ergonomiche.

 

L’appartamento attrezzato è un’infrastruttura altamente tecnologica che permette di monitorare e assistere la persona durante un soggiorno all’interno della struttura. Qui si sperimenta la filosofia del “Living lab”, un ambiente nel quale l’utente vive per un determinato periodo, con il monitoraggio delle sue normali attività da parte del personale riabilitativo e di un sistema integrato nell’appartamento, oltre all’introduzione delle soluzioni assistenziali studiate in palestra.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi