Storie di uomini e di lupi nel libro di Paola Giacomini “Sentieri da lupi”

di Marianna Calovi

Paola Giacomini ama la natura, l’avventura e la vita all’aria aperta. Quando può, sella la sua fedele cavalla Isotta Raminga e compie lunghi viaggi attraverso valli e montagne, annotando su un diario tutto ciò che vede e la colpisce. Dalle sue ultime peripezie lungo l’arco alpino è nato un libro dal titolo Sentieri da lupi. A cavallo attraverso le Alpi sulle tracce del lupo (Blu edizioni, novembre 2017), un ritratto estremamente interessante delle Alpi di oggi, impegnate ad affrontare la delicata questione del ritorno del lupo dopo più di un secolo di assenza. Ho contattato l’autrice per farmi raccontare questa sua avventura.

“Amo il lupo, amo il mondo dei pastori e amo l’ordine della foresta, di cui l’uomo è una parte come le altre” mi dice Paola. “Ho scelto di partire per incontrare le Alpi, guardandole con una lente di ingrandimento per riconoscerne il presente”. In 79 giorni di marcia, 2.171 sono stati i chilometri percorsi per attraversare le Alpi da est a ovest. Nel mezzo, una varietà di paesaggi montani hanno fatto da sfondo a un susseguirsi di incontri, più o meno accidentali, diventati per l’autrice occasioni preziose nelle quali ascoltare storie di uomini e di lupi. Sì perché questo libro, più che il racconto di un viaggio, è una raccolta di voci della montagna dove emergono, in tutta la loro complessità, i differenti punti di vista di chi vede intrecciare la propria vita con la vicenda del lupo, ritornato a popolare le Alpi dagli Appennini e dalla Slovenia.

Simbolo per eccellenza della libertà e del terrore, del lupo affascinano la lealtà e la collaborazione che si instaura tra i membri di uno stesso branco. Al contrario, il suo essere selvatico e predatore astuto fa tremare altro che le vene e i polsi. Una dualità, una sorta di contrapposizione tra amore e odio emerge anche nel viaggio di Paola, nelle parole di chi vorrebbe vedere sparire al più presto i lupi dalle montagne e di chi, invece, li considera un valore aggiunto per il territorio. Le pagine di questo libro ci danno la possibilità di “sentire entrambe le campane” e ci forniscono un quadro d’insieme articolato da dove partire per provare a riflettere su alcune domande fondamentali: la presenza del lupo permette alle persone di continuare a vivere in montagna e mantenere i pascoli e il paesaggio? Esistono degli strumenti di prevenzione che facilitino la convivenza? Questi strumenti rispondono alle esigenze di chi vive e lavora in ambiente montano? Le politiche di risarcimento dei capi predati sono una via da percorrere e possono bastare?

copertina_libro_lupiLe voci ascoltate da Paola Giacomini nel corso del suo viaggio, poi registrate con cura in questo libro, sono moltissime. Opinioni di pastori, allevatori, cacciatori, guardiaparco, guardie forestali, naturalisti, scrittori e persone qualsiasi, a testimoniare le mille sfaccettature di una situazione complessa come quella del ritorno dei grandi carnivori sulle Alpi. Come dice nel libro Piergiovanni Partel del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino: “Al mondo c’è il lupo e anche il pastore, il cacciatore come il filosofo. Per tenere tutti in piedi bisogna guardare da lontano”.

È stato un viaggio avventuroso e allo stesso tempo dolce” confessa l’autrice. “Alcuni incontri sono diventati legami saldi anche dopo il rientro. Isotta Raminga è stata una compagna di viaggio speciale, spesso fondamentale per entrare nel vivo di questioni di cui non tutti hanno voglia di parlare. Un passo dopo l’altro, il profumo di certi prati, la luce di certe stellate mi hanno svelato che la realtà può essere ancora più bella della fantasia”.

 Il libro “Sentieri da lupi. A cavallo attraverso le Alpi sulle tracce del lupo” verrà presentato al Muse il 18 marzo 2018 in presenza dell’autrice Paola Giacomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi