SAT: corso sul gallo forcello. Un “relitto glaciale” giunto ai giorni nostri

Società degli Alpinisti Tridentini

Commissione Tutela Ambiente Montano

CORSO (IN)FORMATIVO

“Gallo Forcello: 

12-13 Maggio 2018

Valle di Ledro – Rifugio Pernici

Il Progetto

Il progetto BiodiversiTAM 2018 è organizzato e coordinato dalla Commissione Tutela Ambiente Montano della Società degli alpinisti Tridentini. La biodiversità è il mondo in cui viviamo, l’insieme di organismi e relazioni che permettono la nostra, come ogni altra, esistenza. Mai come oggi la comprensione di temi chiave come conservazione, biodiversità e cambiamenti climatici si è resa necessaria e doverosa da parte di tutta la comunità. In tema ambientale ognuno deve partecipare attivamente alla discussione e giocare il proprio ruolo nelle decisioni politiche e comunitarie.
Il progetto mira a coniugare lo storico impegno di SAT nell’esplorazione e conoscenza dell’ambiente montano con la necessità di promuovere la familiarizzazione di tutta la cittadinanza con tematiche ambientali urgenti. Le uscite proposte permettono quindi ai partecipanti, accompagnati da guide esperte e tecnici del settore, di esplorare il territorio attraverso le sue aree protette, scoprendo di volta in volta diversi aspetti della biodiversità ed il suo legame con i cambiamenti climatici.

Obiettivi

I tetraonidi alpini – gallo cedrone, gallo forcello, pernice bianca, francolino di monte – sono giunti sulle Alpi durante le glaciazioni del Quaternario, contribuendo al fascino particolare di queste montagne; a 20.000 anni di distanza dalla loro discesa dal Nord, la loro sopravvivenza nell’Europa meridionale è ora a rischio. Cambiamenti climatici con temperature in costante aumento, abbandono della montagna con il bosco che “invade” alcuni degli habitat preferiti da questi uccelli, disturbo antropico, caccia, sono alcuni fattori, spesso intrecciati, che stanno minacciando questi affascinati “galli di montagna”.

Scopo dell’uscita è quello di conoscere sul campo la vita, l’ambiente e le iniziative messe in campo per assicurare il futuro di questi preziosi “relitti glaciali”.

Temi del corso:

  • Tetraonidi e territorio: caratteristiche morfologiche habitat, osservazione sul campo, segni di presenza;
  • La vegetazione racconta: forme, colori, dimensioni e profumi. Differenti strategie per sopravvivere in ambienti diversi.

 

A chi si rivolge

Il corso è rivolto ai soci CAI – SAT, interessati alla natura ed ecologia dell’ambiente montano e a tutti coloro che sono impegnati nel diffondere la cultura della montagna. Numero massimo partecipanti: 20.

L’uscita verrà attivata con un minimo di 10 partecipanti.

QUOTA

Il corso ha un costo di 20.00 €. La quota di iscrizione non copre i costi di vitto e alloggio; la Commissione ha provveduto a concordare con il Rifugio Pernici un costo di 50.00 € che comprende: cena (12 MAGGIO), pernottamento, colazione e pranzo (13 MAGGIO).

Cena e colazione al Rifugio sono concordati a menù fisso. Eventuali intolleranze o esigenze particolari vanno segnalate nel modulo di iscrizione.

Scadenza iscrizioni 10 maggio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi