Registrato per la prima volta in Trentino l’ululato dei lupi. Ascolta il loro “coro” (video)

Il Servizio Foreste e Fauna della Provincia autonoma di Trento ha diffuso un video straordinario, con la registrazione, per la prima volta in Trentino, delle vocalizzazioni (ululati) di un gruppo di lupi, con ogni probabilità il branco-gruppo famigliare della Lessinia o parte di esso. Questo documento eccezionale, che potete ascoltare qui sotto o collegandovi al sito Orso e grandi carnivori della Provincia https://orso.provincia.tn.it/ dove sono disponibili numerose notizie sull’orso bruno e il lupo, è stato registrato lo scorso fine dicembre sul gruppo del Carega-Piccole Dolomiti dall’appassionato naturalista Bepi Pinter che segue in particolare i grandi predatori, come il lupo e l’orso bruno.

Il Servizio Foreste e Fauna della Provincia ha inoltre pubblicato sul sito Orso e grandi carnivori il report mensile di dicembre 2016 con le news sulla popolazione di orsi e di lupi presenti in Trentino.

Per quanto riguarda in particolare il lupo, il report riferisce che il monitoraggio con foto trappole dell’ultimo mese ha evidenziato la presenza del canide oltre che negli ormai tradizionali ambiti della Lessinia e della Val di Non, anche in altre zone della provincia, tra queste anche il Monte Bondone (versanti orientali di Cima Verde) dove un canide le cui sembianze sono riferibili con ogni probabilità a un lupo è stato filmato nelle prime ore del 19 dicembre.

_DSC7519_imagefullwide
Foto Carlo Frapporti – Archivio Servizio Foreste e Fauna PAT
Perché i lupi ululano?

Volete scoprire perché i lupi ululano? Ecco le spiegazioni del Servizio Foreste e Fauna della Provincia: i lupi ululano per riuscire a comunicare a grandi distanze e riconoscersi, utilizzando suoni a bassa frequenza e su armoniche pure. In ambienti forestali gli ululati possono essere percepiti fino a 10 km, mentre in ambienti aperti sino a 16, anche se spesso le distanze sono inferiori.

Durata e frequenza utilizzate possono essere differenti in funzione del rango sociale e del tipo di messaggio che viene comunicato. Gli ululati multipli (in coro, come quelli che è possibile ascoltare nel filmato) sono tipicamente più variabili di quelli emessi da un lupo singolo. Di norma il coro inizia con un singolo ululato, cui si aggiungono altri lupi con ululati più corti e ad alta frequenza.

Gli ululati servono a coordinare gli spostamenti tra individui che appartengono allo stesso branco, a rafforzare i legami sociali del branco stesso, alla riproduzione, ma anche a marcare in modo acustico la presenza dei branchi e, quindi, garantire la separazione spaziale tra gli stessi. Si tenta spesso di determinare il numero di soggetti che ululano in coro, ma ciò non è semplice per le notevoli modulazioni delle vocalizzazioni e, di norma, si rischia di sovrastimare il numero di lupi che partecipano alla vocalizzazione.

Per il monitoraggio delle popolazioni viene utilizzata una tecnica (wolf howling) legata a questo tipo di comportamento. Mimando l’ululato con la voce (o con ululati registrati), si cerca di indurre una risposta, in modo da verificare, nel periodo opportuno dell’anno, la presenza di branchi e di eventuali riproduzioni. Di norma il branco, se stimolato, risponde per segnalare la propria presenza, soprattutto nel caso sia presente una nuova cucciolata, e rimane nella sua posizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi