Pubblicato il nuovo report speciale Ipcc.

Non c’è più tempo da perdere! Si potrebbe riassumere così il contenuto del report speciale dell’Onu sul riscaldamento globale a 1,5 °C del Panel intergovernativo sul cambiamento climatico (Ipcc) pubblicato oggi e approvato da 195 governi.

Dopo due anni di lavoro di 91 ricercatori di 44 Paesi, il rapporto lancia l’allarme che se non si prederanno provvedimenti urgenti la temperatura media globale è destinata a superare la soglia di 1,5 gradi C. (la soglia fissata dall’Accordo di Parigi del 2015)  fra 12 anni, nel 2030.

“Le attività umane si stima che abbiano causato approssimativamente 1 grado di riscaldamento globale dai livelli pre-industriali, con una variazione probabile da 0,8 gradi a 1,2 gradi – si legge nel rapporto -. Il riscaldamento globale è probabile che raggiunga 1,5 gradi fra il 2030 e il 2052, se continua ad aumentare al tasso corrente”.

Lo studio indica quattro percorsi da seguire per contenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi. In particolare bisognerà intervenire con il taglio delle emissioni di gas serra, attraverso il passaggio a energie rinnovabili e veicoli elettrici, efficienza energetica, riciclo dei rifiuti, riduzione del consumo di carne e attraverso la rimozione della CO2, con la riforestazione, cattura e stoccaggio del carbonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi