Perché alcuni animali sono definiti “relitti glaciali”

Sembra strano, ma gli esperti fanno rientrare alcune specie di animali, come per esempio il gallo cedrone o lo stambecco, nella categoria dei cosiddetti “relitti glaciali“.

Questa dicitura è stata, per così dire, coniata per indicare le specie che sopravvivono in aree molto limitate, con condizioni climatiche che ricordano quelle del Nord Europa, molto simili a quelle che si crearono nelle Alpi alla fine dell’ultima grande glaciazione, avvenuta nell’era del Pleistocene, iniziata circa 110 mila anni fa e terminata all’incirca tra il 9.600 e il 9.700 a.C.

 

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi