Nives Meroi e Romano Benet incantano MeseMontagna

Grande partenza, venerdì sera, al Polo Scolastico di Vezzano, per la dodicesima edizione di “MeseMontagna“, il festival organizzato dall’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei LaghiComune di Valle Laghi, che ha avuto come grandi e straordinari protagonisti Nives Meroi e Romano Benet.

I due alpinisti (marito e moglie) hanno, infatti, letteralmente incantato il pubblico della rassegna: per la semplicità e l’umiltà del loro modo di presentarsi; per la grandezza della loro impresa (sono la prima e unica coppia al mondo ad avere scalato tutti i quattordici Ottomila della Terra); per l’entusiasmo di come trasmetto l’amore per la montagna; per la forza che hanno dimostrato nell’affrontare il loro “quindicesimo” Ottomila, quello della malattia di Romano, che spesso non lascia scampo. «In cima a quelle montagne – ha raccontato Nives a proposito della malattia del marito – oltre a noi due c’era sempre anche la persona che gli ha donato il proprio midollo osseo, salvandogli la vita».

La voce appassionata di Nives ha accompagnato le immagini succedutesi sullo schermo, poi, insieme al marito, ha risposto alle tante domande poste dal pubblico che ha così potuto apprezzare quella che loro chiamano l’arte della fuga senza vergogna, ovvero la capacità di rinunciare un attimo prima che un pericolo diventi una minaccia letale.

Nives Meroi e Romano Benet con Elda Verones, Gianni Bressan e Angelo Giovanetti

Durante la serata Giuseppe Criscione e Angelo Giovanetti hanno anche presentato il progetto realizzato dall’associazione “Oskar for Langtang” nella zona del Nepal colpita dal violento terremoto nel 2015, anche grazie ai fondi raccolti attraverso “MeseMontagna”: un ostello consegnato alla popolazione locale lo scorso 13 ottobre. Ora il sodalizio che vuole ricordare Oskar Piazza ha cominciato la raccolta fondi per costruire una scuola secondaria.

Il prossimo appuntamento proposto dal festival è fissato per mercoledì prossimo. Al teatro di Calavino sarà proiettato il documentario “Africa, un’avventura ricca di emozioni”, realizzato da Marco e Giada Miori, imperniato sul loro viaggio attraverso Kenya, Tanzania, Malawi e Mozambico. Venerdì prossimo, invece, sul palco di Vezzano, salirà un big mondiale dell’arrampicata come Adam Ondra.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi