Nicola Donini vicecampione del mondo di parapendio

Grande notizia per il parapendio italiano: alla 25^ edizione della PWC (Paragliding World Cup), la Coppa del mondo di parapendio, che si è svolta a Roldanillo, in Colombia, il campione di Molveno, Nicola Donini, si è classificato al secondo posto. Una notizia, questa, che nella località turistica dell’altopiano della Paganella è stata accolta con grandissimo entusiasmo, non solo tra i sostenitori dell’atleta molvenese, ma in tutta la comunità.

Il gradino più alto del podio è stato conquistato dallo svizzero Michael Siegel, mentre terzo si è classificato l’altoatesino Joachim Oberhauser di Termeno.

Nicola Donini sul podio, primo a sinistra (foto di Philippe Broel e Goran Dimiskowski)

Il sindaco di Molveno, Luigi Nicolussi, venuto a conoscenza della prestigiosa vittoria ha espresso tutta la sua soddisfazione: «Tutto il paese è felice e orgoglioso per questo nuovo successo di Nicola che ha portato in alto il nome di Molveno a livello mondiale – ha commentato il sindaco  –.  Come amministrazione comunale, nei nostri limiti, continueremo a sostenere Nicola e questo spettacolare sport, a cominciare dalla manifestazione internazionale di parapendio acrobatico che si svolgerà il prossimo giugno».

Nicola Donini, 22 anni (campione d’Italia nel 2013) ha iniziato a praticare il parapendio da giovanissimo grazie al padre Luca, altro grande campione di questa spettacolare disciplina (campione del Mondo nel 2001 e successivamente, per due volte, campione di Europa). Padre e figlio, nel 2016, sono passati alla storia di questo sport, conquistando, ex aequo, il titolo di campioni d’Italia.

In questa foto e in quella di apertura alcuni momenti della finale della Coppa del Mondo (foto di Philippe Broel e Goran Dimiskowski)

La località sudamericana si trova ai piedi della Cordillera occidentale, a un’altitudine di 966 metri. Dal decollo di Aguapanelas i piloti hanno spiccato il volo per percorrere distanze tra i 62 e i quasi 100 chilometri, secondo le condizioni meteo, sfruttando le correnti ascensionali scaturite dall’irraggiamento solare e l’efficienza delle ali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi