Nasce la “Guida del Parco Miniere del Lagorai”

L’iniziativa sarà presentata alla cittadinanza venerdì 23 marzo, alle 20.30, nella Sala Rossi della Cassa Rurale di Pergine, in via Verdi 17.

di Massimo Dorigoni 

A pochi giorni dall’iniziativa abbiamo incontrato Mauro Stulzer, presidente del “Parco minerario Alta Valsugana e Bernstol” che ci ha illustrato la nascita, lo sviluppo e i progetti futuri di questo cammino storico culturale e paesaggistico.

«Le aspettative sono molte, sia da parte degli organizzatori, sia da parte degli estimatori», ha esordito Stulzer, «Stiamo dando il massimo, mettendo a disposizione le nostre conoscenze e il nostro entusiasmo per dare forma ad un progetto concreto e lungimirante».

In questa foto e in quella in alto le miniere del Lagorai (foto di Gabriele Stulzer)

Come e da chi è nata l’idea di formare Il parco minerario dell’Alta Valsugana?
«L’idea è nata dalla collaborazione con i professionisti, sia collezionisti, sia appassionati, che abitualmente visitano il museo delle miniere di Vignola. Da lì l’esigenza comune di mettere in rete i musei minerari dell’alta Valsugana e collegarli fra loro».

(foto di Gabriele Stulzer)

Le miniere “in rete” in ogni senso, prevedete infatti il trasferimento dall’una all’altra miniera con la bicicletta elettrica: un bel segnale a favore del rispetto dell’ambiente?.
«Abbiamo pensato a una mobilità sostenibile tramite le bici elettriche. Questo perché il turista o chi ne fa uso possa godere dei magnifici paesaggi e abbia la possibilità di trascorrere i trasferimenti all’aria aperta. Un messaggio sicuramente forte verso il rispetto per l’ambiente».

“Il futuro germoglia sul presente, ma affonda le proprie radici nel passato…”, questo è il vostro motto, forse un passaggio di consegna tra generazioni?
«Il nostro scopo è sostanzialmente d’investire nel futuro sia del nostro territorio, sia dei giovani che lo abitano, nello specifico quello dell’Alta Valsugana. Un’iniziativa che mira a valorizzare le potenzialità presenti, in ogni senso. Certamente con una mentalità nuova potranno crescere le piccole imprese presenti in loco così da creare nuovi posti di lavoro».

(foto di Gabriele Stulzer)

Un progetto che guarda al futuro quindi?
«Il progetto piace tantissimo alle amministrazioni comunali dell’Alta Valsugana. È piaciuto talmente che nell’immediato futuro si è pensato di dare spazio a una nuova visione, allargando i nostri orizzonti per dare vita a una nuova e ancora più ambiziosa iniziativa denominata “Progetto miniere del Lagorai”. In questo momento, tramite una collaborazione con il “Consorzio operatori Pergine Iniziative”, è nata l’idea di promuovere il progetto miniere con una serie di eventi che andranno a coprire il periodo che va dal mese di maggio fino a Natale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi