Molveno: il nuovo sentiero didattico Sciury dedicato allo scoiattolo

Si chiama “Sciury” ed è il nuovo sentiero didattico dedicato allo scoiattolo nostrano che le Funivie Molveno Pradel, in collaborazione con il Parco Naturale Adamello Brenta, hanno realizzato a Pradel, una delle località più belle di Molveno, una vera e propria terrazza naturale che si affaccia sul lago omonimo e sulle Dolomiti di Brenta.

Il percorso, insieme a due nuovi tracciati bike, è stato inaugurato con una bella festa, alla quale hanno partecipato oltre a numerose autorità, tantissime persone, sia residenti, sia turisti. La cerimonia d’inaugurazione è iniziata con i canti di montagna del Coro Campanil Bas, diretto dal maestro Roberto Di Marino e presieduto da Nicola Donini, per proseguire, dopo i saluti e i ringraziamenti delle autorità (peraltro numerose) con l’immancabile taglio del nastro e quindi la visita guidata del sentiero.

Sculture in legno lungo il percorso didattico di Pradel

«Questo percorso dedicato allo scoiattolo e studiato dal Parco Naturale Adamello Brenta – ha spiegato il neo presidente delle Funivie Molveno Pradel, Silvio Zeni – ha avuto un riscontro favorevole sin da subito, registrando in termini di affluenza un successo senza precedenti. Il merito di questo progetto è del mio predecessore, Fabio Bonetti che ha realizzato, insieme al Parco Naturale Adamello Brenta, un’iniziativa fruibile da tutti, adatta soprattutto alle famiglie con bambini, nata con l’obiettivo d’integrare l’offerta turistica di Pradel e più in generale di Molveno. Anche i due nuovi tracciati di downhill, uno più semplice, adatto a tutti e uno più impegnativo, s’inseriscono nell’offerta bike dell’altopiano della Paganella».

Il momento del taglio del nastro

Il sentiero è davvero affascinante, ricco di curiosità, giochi interattivi e splendidi punti panoramici sul lago di Molveno. «Più che un sentiero didattico – ha spiegato il presidente del Parco Naturale Adamello Brenta, Joseph Masè – è un percorso conoscitivo del nostro meraviglioso ambiente naturale. Queste iniziative contribuiscono ad accrescere la conoscenza delle persone dell’ambiente in cui viviamo, accrescendo in loro la consapevolezza di quanto sia importante rispettarlo e proteggerlo».

Numerose le autorità presenti alla cerimonia, tra gli altri il vicepresidente del Consiglio provinciale Walter Viola, il vicepresidente del Consiglio regionale, Lorenzo Ossanna, il consigliere provinciale Mario Tonina, il senatore Franco Panizza, il sindaco di Molveno, Luigi Nicolussi, il presidente dell’Apt Dolomiti Paganella, Anna Rosa Donini e quello della Paganella 2001, Eduino Gabrielli.

Lo scultore Gino Lunz all’opera sul percorso Sciury

L’area dove è stato creato il percorso Sciury è immersa nei boschi, con due panoramicissime “terrazze” che si affacciano sul lago di Molveno. Il sentiero, attrezzato con pannelli e giochi interattivo-didattici, studiati dagli esperti del Parco Naturale Adamello Brenta, rispettivamente Gilberto Volcan e Eileen Zeni, con la consulenza tecnica dell’ingegnere Cristian Sölva, si sviluppa lungo un percorso ad anello lungo 2.600 metri, con un dislivello di 80 metri. Il tracciato, impreziosito dalle sculture in legno, ricavate sul posto da vecchi tronchi dallo scultore Gino Lunz, di San Vito di Pergine Valsugana, si sviluppa con una pendenza massima che non supera il 15%, pensata per le famiglie con bambini e renderlo percorribile anche alle cosiddetti passeggini 4×4.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi