Meteotrentino: settembre 2016 molto più caldo e meno piovoso della norma

Che lo scorso settembre in Trentino sia stato un mese particolarmente caldo e poco piovoso naturalmente se ne sono accorti tutti, ma adesso la conferma ufficiale è arrivata anche da Meteotrentino che ha pubblicato l’analisi meteorologica mensile nella quale si evidenzia come il primo mese dell’autunno meteorologico (settembre, ottobre e novembre) sia stato molto più caldo e meno piovoso della norma. Le temperature sono state infatti più alte della media anche se inferiori ai record presenti nell’archivio dello stesso Meteotrentino; anche i valori di precipitazione totali sono risultati inferiori alla media.

Secondo l’analisi meteorologica a settembre 2016 le temperature sono state, salvo alcuni giorni, sistematicamente sopra la media, con la massima assoluta del mese che ha toccato i 30,8 °C il giorno 3, rimanendo tuttavia molto al di sotto del record di 35,0 °C del 18 settembre 1961. La minima assoluta del mese, pari a 11,1 °C, registrata il 23 settembre è inferiore al record di minima più elevata del 1932 (13,8°C).

Anche le precipitazioni sono state, tranne alcune eccezioni, molto inferiori alla media: in particolare si sono registrati solo 29,2 mm, valore decisamente inferiore alla media (87,6 mm) ma superiore ai soli 6,2 m dei settembre del 1964 e del 1985. I giorni di pioggia sono stati solo 4 (in media 7).

Questa situazione si è determinata grazie a un prevalere di condizioni di stabilità: in settembre l’alta pressione ha frequentemente dominato le Alpi permettendo, di fatto, un prolungamento dell’estate. Le poche infiltrazioni di aria instabile hanno determinato precipitazioni generalmente poco abbondanti e a carattere sparso e quindi, nella gran parte del territorio, i cumulati mensili sono risultati molto inferiori alla media. Le precipitazioni più diffuse si sono verificate il tra il 16 ed il 17 settembre quando una perturbazione ha interessato le Alpi; le piogge sono risultate a tratti persistenti e hanno assunto carattere tipicamente autunnale. Sui settori orientali le precipitazioni sono state più abbondanti e proprio grazie a questo evento le cumulate mensili di Cavalese e Predazzo sono risultate solo di poco inferiori ai valori medi. Nella notte tra il 20 ed il 21 settembre una cella temporalesca ha interessato la zona a nord di Trento dove la stazione di Trento Roncafort ha misurato ben 77 mm in poche ore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi