Il magico sentiero della valle incantata

di Linda Martinello

Il torrente Fersina è un affluente dell’Adige che nasce dalle sorgenti di Palù e scende verso la città disegnando, con il suo lavoro secolare di erosione, la Valle dei Mocheni – Bersntol, così come viene chiamata nella lingua locale. Questa valle venne popolata in tempi antichi da uomini e donne provenienti dalla Baviera, che portarono con loro non solo braccia per lavorare i boschi e i campi della zona ma anche un ricco bagaglio culturale. Il passare dei secoli, grazie alla posizione isolata della valle, non ha cancellato i segni di quelle popolazioni, e tracce di quell’antica cultura preservatasi nel tempo sono giunte fino a noi. Le evidenze principali si ritrovano nella lingua, il mòcheno, e in quello che rimane delle antiche attività estrattive.

Ma ci sono altri segni, più immateriali, che rimandano a quelle genti di montagna. Si tratta di un ricco patrimonio di leggende e tradizioni che animano la vallata. Alcune di queste leggende vennero trascritte negli anni ’70 ad opera di Giuseppe Šebesta, etnoantropologo e ideatore del Museo degli Usi e Costumi di San Michele all’Adige.

La sensibilità verso il bosco e i suoi leggendari abitanti è stata recentemente celebrata nei pressi di Sant’Orsola Terme grazie ad un sentiero tematico lungo il quale si materializzano piccole creature che riconducono al fervido immaginario di chi, anticamente, viveva un dialogo profondo con le foreste, luoghi di fatica ma anche fonte di vita e di sostentamento.

sentiero_rio_caino_segnaletica
Risalendo lungo il corso del Fersina, partendo dal Museo Pietra Viva, è possibile infatti percorrere il “Sentiero della valle incantata”, un breve percorso adatto a tutti che si ricollega poi a una più ampia rete di sentieri segnalati che consentono di raggiungere l’Alta valle, fino alle sorgenti del Fersina.
Si tratta di una piacevole passeggiata in boschi freschi di faggi e abeti, lungo la quale abili scultori locali hanno realizzato delle opere davvero suggestive. Per chi ama le lunghe camminate, è possibile, al termine del percorso, collegarsi ad altri sentieri, in particolare al giro dei masi di Sant’Orsola.

sentiero_val_mocheni_sculture

 

Il Sentiero della valle incantata comincia in prossimità del Museo Pietra Viva, dedicato all’attività estrattiva della Valle dei Mòcheni. Affianca il torrente su un percorso sterrato, piacevole da percorrere anche con passeggini. Sono presenti lungo il percorso varie possibilità di rientro su tracciati alternativi che riportano verso i masi di Sant’Orsola Terme.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi