Novamont lancia linea di microplastiche per cosmesi biodegradabili

Il Gruppo italiano Novamont , leader nello sviluppo e nella produzione di bioplastiche e biochemicals, ha lanciato sul mercato una nuova linea di microplastiche per cosmesi completamente e rapidamente biodegradabili.

L’inquinamento dei fiumi, mari e oceani causato dalle microplastiche non biodegradabili contenute in diversi prodotti, tra i quali anche i cosmetici, costituiscono in tutto il mondo una delle emergenze più gravi e urgenti: in Italia, a partire dal 1 gennaio 2020,  sarà vietata la commercializzare e la produzione di prodotti cosmetici da risciacquo ad azione esfogliante o detergente contenenti microplastiche e anche a livello di Unione europea sono allo studio dei provvedimenti di restrizione per il loro uso.

“Ogni giorno spiega una nota di Novamont, uno dei maggiori produttori anche di sacchetti biodegradabili per i supermercati – nei mari europei si riversano tonnellate di “polvere” di plastica derivanti dall’uso di prodotti per la cura personale (microplastiche con funzione esfoliante per doccia schiuma e detergenti vari, ossia prodotti da risciacquo) nonché microplastiche che richiedono performance tecniche specifiche in creme viso-corpo, prodotti solari e make-up (prodotti non da risciacquo). L’Europa sta studiando misure di restrizione all’uso di microplastiche in cosmetica, peraltro già attive in alcuni paesi europei e per i prodotti da risciacquo alcune soluzioni sono già disponibili. È invece urgente trovare alternative tecnicamente valide e realmente sostenibili per il più complesso settore dei prodotti non da risciacquo.”

La nuova linea Novamont d’ingredienti prontamente biodegradabili per applicazioni cosmetiche, sviluppata in collaborazione con l’azienda italiana Roelmi Hpc, si chiama Celis-BI® Feel e permette di eliminare le microplastiche dai cosmetici non da risciacquo, mantenendo performance d’uso alcome morbidezza, tocco vellutato e capacità filmogena.

Questa nuova linea bio per i prodotti cosmetici non da risciacquo – spiega ancora la nota di Novamont -è prontamente biodegradabile “in conformità con le linee guida dell’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e vanno incontro ad una biodegradazione rapida e totale nell’ambiente. La sua completa biodegradazione avviene in pochi giorni nel depuratore, garantendo che nessun residuo finisca nei fiumi e nei mari, con l’enorme vantaggio che i fanghi di depurazione risultano liberi da microplastiche. Pertanto, l’utilizzo di Celus-BI® Feel risulta idoneo per applicazioni in cui è alta la probabilità di dispersione in acqua (solari), eliminando la possibilità di inquinamento”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi