Camminare a piedi nudi nel parco

di Massimo Dorigoni

Una delle esperienze più singolari al 65. Trento Film Festival, è quella che abbiamo fatto al Parco dei mestieri, dove abbiamo incontrato, di prima mattina, Andrea Bianchi patron di mountainblog e fondatore della scuola di camminata scalza in natura, già autore di due libri-guida sull’argomento: “Il silenzio dei passi” e “A piedi nudi”. E con lui abbiamo proprio camminato a piedi nudi nel parco.

Insieme a noi una ventina di persone, tutte unite dal medesimo desiderio: seguire Andrea e provare l’esperienza di camminare all’unisono in un mondo semplice e immediato, senza scarpe e calzini, abbandonandoci al nostro primordiale istinto naturale.

Andrea Bianchi durante la camminata a piedi nudi nel parco

Con Andrea abbiamo seguito un percorso sensoriale appositamente creato da fare a piedi nudi, provando per alcuni istanti a mettere le nostre radici per terra, come se fossimo stati dei veri e propri alberi, ascoltando il respiro della terra con gli occhi chiusi e facendo entrare l’energia del suolo dentro di noi. Abbiamo imparato a conoscere il nostro corpo attraverso proprio i nostri piedi.

«Il silenzio è alla base  di questo esercizio – ci ha spiegato Andrea Bianchi – per un attimo non ci accorgiamo più dei rumori causati dalla città che ci sta intorno. Camminando a piedi nudi assecondando l’istinto che è in ognuno di noi, ritornando a vivere in un armonico connubio con la natura che ci circonda».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi