L’agroecologo Stefano Delugan ci conduce alla scoperta della biodiversità

di Massimo Dorigoni

Si svolgerà domenica 27 maggio con ritrovo alle ore 9.30 a Grumes (Altavalle) in valle di Cembra al Green Grill – info e sapori, la camminata guidata tra i Masi di Grumes.

Sarà Stefano Delugan, agreoecologo, esperto di agroecosistemi multifunzionali, adibiti al concetto olistico dell’agricoltura circolare, ma anche un coltivatore intenditore di erbe alimurgiche a guidare gli ospiti alla scoperta del sentiero botanico e del percorso “Erbe della salute” di Grauno. Una giornata in compagnia all’insegna della scoperta dei segreti della natura attraverso campi, orti, boschi e prati per conoscere le proprietà di numerose erbe officinali, da utilizzare sia in cucina che per scopi curativi. Nel proseguo della giornata si potrà poi visitare l’azienda agricola biologica GioVe officinali che coltiva e raccoglie erbe officinali spontanee. Abbiamo ascoltato dalla voce ferma, ma emozionata di Stefano come è nata la sua passione e come vive l’emozione di trasmetterla ad altri entusiasti come lui.

Stefano Delugan durante una passeggiata ecologica

Come nasce questa tua passione per l’erba officinale?

«Sono legato da sempre al mondo della natura, ho voluto andare oltre a quella che è l’agricoltura, interessandomi alle piante officinali, approfondendo i miei studi e seguendo vari corsi, avvicinandomi anche alla naturopatia». 

Quali emozioni ti trasmettere questo modo semisconosciuto ai più?

«Sovente mi avvicino alla natura e sembra che essa mi parli. Cerco di trasmettere queste mie emozioni, cercando di farle percepire agli altri così da poter condividerle. I miei incontri sono soprattutto occasione di condivisione».

In sostanza una riscoperta della natura che ci circonda?

«Assolutamente sì,  è una riscoperta del valore vero della biodiversità. In fondo le piante sono sempre state utilizzate dall’uomo fin dai tempi antichi, nutrirsi e curarsi. In fondo Paracels, medico e alchimista svizzero del cinquecento , sosteneva che la natura è in grado di fornire tutti i medicinali di cui abbiamo bisogno: “Nel mondo c’è un ordine naturale di farmacie, poiché tutti i prati e i pascoli, tutte le montagne e colline sono farmacie”».

Quale il futuro in questo campo?

«Sempre più persone si stanno appassionando e avvicinando con semplicità ai segreti della natura, delle piante e dei fiori. I bambini assaggiano i petali commestibili dei fiori, gli adulti sono incuriositi dai nomi delle piante, dal loro utilizzo».

Per informazioni e iscrizioni: www.reteriservevaldicembra.tn.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi