La Goletta dei laghi di Legambiente consegna le “5 Vele”a Molveno

Grande festa al lago di Molveno per la consegna delle “5Vele” della Guida Blu di Leambiente.

Il lago di Molveno é l’ottava volta che riceve questo riconoscimento ed è il quarto anno consecutivo a essere proclamato il bacino lacustre più bello d’Italia tra quelli che hanno ricevuto le 5Vele.

A consegnare la prestigiosa bandiera gialla di Leambiente è stata una rappresentanza della Goletta dei Laghi, campagna di Legambiente di monitoraggio delle acque lacustri, realizzata in collaborazione con CONOU – Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati e Novamont.

L’arrivo della Goletta dei laghi sulle sponde del lago di Molveno (foto servizio di Nicola Wegher)

Le località da premiare vengono selezionate da Legambiete sulla base delle caratteristiche ambientali e di quelle dei servizi ricettivi: uso del suolo, cura del paesaggio e biodiversità, attività turistiche, stato delle aree costiere, mobilità, energia, acqua e depurazione, gestione dei rifiuti, iniziative per la sostenibilità e la sicurezza alimentare, produzioni tipiche, spiagge ed entroterra, struttura sociale e sanitaria.

Alla premiazione erano presenti il responsabile Aree Protette di Legambiente, Antonio Nicoletti, il responsabile della campagna Goletta dei Laghi, Simone Nuglio, il presidente di Legambiente Trento, Andrea Giachetti, la presidente di Legambiente Lombardia, Barbara Meggetto, il sindaco di Molveno, Luigi Nicolussi, gli assessori comunali all’ambiente, Alessandro Piffer e alla cultura del Comune Anna Rosa Donini, il vicepresidente del Consiglio provinciale, Walter Viola, il presidente del Parco Naturale Adamello Brenta, Joseph Masè.

«Molti laghi stanno scomparendo a causa di captazioni eccessive, consumo di suolo e sovra sfruttamento delle riserve, patiscono il declino delle specie di pesci d’acqua dolce a causa d’inquinamento e introduzione di specie aliene, diminuzione degli uccelli migratori a causa di cambiamenti climatici ed eutrofizzazione. Queste sono le conseguenze di un processo che, se non fermato in tempo, rischia di essere irreversibile. – ha detto Antonio Nicoletti, responsabile Aree Protette di Legambiente – L’obiettivo della Goletta dei laghi è d’individuare e denunciare le situazioni che mettono maggiormente a rischio i laghi e al tempo stesso lavorare insieme alle comunità locali, regionali e nazionali per mettere in campo politiche di tutela ambientale, riqualificazione e rilancio anche economico dei laghi e dei territori circostanti che rappresentano un patrimonio importantissimo per l’Italia».

Molveno si è aggiudicato il primo posto nella classifica 2017 delle località lacustri della Guida Blu grazie ad un’offerta turistica trasversale, capace di promuovere le bellezze naturalistiche del Parco Naturale Adamello-Brenta e rilanciare molteplici attività sportive e di ricreazione. Questo cambiamento innovativo deve il suo successo al buon lavoro del governo locale nel settore turistico e alla collaborazione dell’APT della zona che ha fatto da collante tra i vari comuni dell’altopiano, la Provincia autonoma di Trento e i privati.

«In soli dieci anni questo paese ha rivoluzionato completamente il proprio profilo turistico accostando ai vacanzieri tradizionali, perlopiù famiglie e anziani in cerca di relax e tranquillità, un target giovane e attivo, con la passione per lo sport e la natura. Una riconversione radicale dovuta principalmente agli oltre 400 chilometri di percorsi, disegnati e costruiti, per escursioni sia a piedi che in bicicletta. Tanto da attirare turisti anche da oltreoceano – ha spiegato Andrea Giachetti, presidente di Legambiente Trento – Inoltre è stato in grado di non considerare come un problema lo svuotamento del bacino per i lavori di sistemazione durante l’inverno passato, ma come un’opportunità, proponendo mostre e approfondimenti e visite ad un paesaggio inusuale».

La consegna delle 5 Vele di Legambiente è stata anche occasione per lanciare il primo Festival dei Laghi organizzato da Legambiente e che Molveno ospiterà dal 29 settembre al 1 ottobre. All’evento saranno invitate le amministrazioni lacustri di tutta Italia per fare il punto e confrontarsi sulla situazione dei laghi italiani e creare una rete di scambio delle migliori buone pratiche nazionali per la gestione dei complessi sistemi territoriali lacustri, capaci di coniugare turismo lacustre, sostenibilità ambientale e turismo territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi