La campionessa di sci di fondo Ilaria Debertolis: “Ecco perché pratico lo skiroll”

di Massimo Dorigoni

In questi primi giorni di primavera abbiamo avuto il piacere di percorrere qualche chilometro con gli skiroll in compagnia della campionessa Ilaria Debertolis. Atleta feltrina, ma residente a Primiero San Martino di Castrozza, Ilaria difende i colori delle Fiamme Oro di Moena e fa parte della Nazionale italiana di sci di fondo. Ha partecipato a due Olimpiadi, Sochi 2014 e PyeongChang 2018, e a tre mondiali assoluti ed è campionessa italiana di sci nordico e di ski roll. E con lei abbiamo parlato proprio di questo sport da praticare all’aria aperta, nel rispetto della natura.

Come è nata la tua passione per lo skiroll?
«Sono una sciatrice di fondo professionista e quindi per me lo skiroll è un mezzo di allenamento perché mi permette d’estate di sfruttare questo mezzo che non è uguale allo sci però è molto simile, soprattutto per la tecnica. Questo mi aiuta molto per potere competere al meglio l’inverno».

Ilaria Debertolis in azione con gli skiroll (foto Daniele Martinelli)

A chi consigli questo splendido sport?
«Lo skiroll è una disciplina un po’ più difficile dello sci, semplicemente per il fatto che cadere è un po’ pericoloso in quanto la differenza è che lì non c’è la neve e l’impatto con il suolo può risultare traumatico. Per i principianti è consigliato usare le dovute protezioni. Credo che tutti possono iniziare a praticare lo skiroll e se uno sa già sciare, tanto meglio. È comunque uno sport che può fare chiunque volesse tenersi in forma durante l’estate. Molti sono anche i professionisti e gli amatori dello sci di fondo o gli scialpinisti che si dedicano allo skiroll nei mesi caldi. Questo aiuta a non perdere il ritmo di gara acquistato durante l’inverno».

Ilaria Debertolis durante una gara di sci di fondo

Pensi o ti auspichi che questo sport diventi disciplina olimpica?
«Lo skiroll ad ora non è una disciplina olimpica, questo lo confermo e credo non lo diventerà mai. E’ infatti una disciplina minore e che non trova spazio e visibilità tale da attirare l’attenzione dei più».

Uno sport comunque in espansione?
«Certamente sì, infatti molte sono ormai i tipi di gare a cui poter partecipare: da quelle in circuito a quelle in salita, dalle gare molto lunghe alle gare sprint. Un ventaglio che soddisfa sia professionisti che amatori.

Ilaria Debertolis

Quali le tue prospettive future?
«Personalmente pratico lo skiroll per allenamento. Lo scorso anno però questo sport è stato aggiunto agli sport promossi dalla federazione italiana degli sport invernali con i relativi campionati italiani. Un pensierino alla vittoria anche nello skiroll ci scappa sempre ma, come ripeto, guardo più allo sci nordico che è la mia disciplina principale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi