Indagine dell’Eurac: la chiusura al traffico di Passo Sella è piaciuta a turisti e residenti

Qual è stato il giudizio di turisti, residenti e operatori economici sulla limitazione al traffico di Passo Sella sperimentata la scorsa estate nell’ambito del progetto #dolomitesvives? (Ogni mercoledì di luglio e agosto la strada di Passo Sella è stata chiusa ai veicoli a motore, con la circolazione consentita solo ai mezzi a trazione elettrica, alle biciclette e ai pedoni nonché agli autobus del servizio pubblico).

Per rispondere a questa domanda e verificare come la chiusura del passo abbia inciso su turismo, quotidianità dei residenti e attività economiche, l’Eurac research, su incarico delle due Provincie autonome di Trento e Bolzano, tramite IDM Alto Adige e Trentino Marketing, ha svolto un monitoraggio con questionari qualitativi (440 questionari distribuiti a turisti e una trentina di video-interviste a imprenditori, popolazione locale e ospiti durante le giornate dell’azione).

Un momento dela presentazione dell’indagine dell’Eurac (foto archivio Ufficio stampa PAT)

I dati sono stati presentati a Bolzano alla presenza degli assessori all’ambiente e mobilità della Provincia autonoma di Bolzano, rispettivamente Florian Mussner Richard Theiner e della Provincia di Trento, Mauro Gilmozzi, nonché da Gerhard Vanzi e Anna Scuttari del gruppo Eurac research.

Dal monitoraggio è emerso che nei mercoledì di #dolomitesvives si avuto un afflusso medio di circa 2.600 visitatori al giorno, mentre agli eventi organizzati sul passo hanno partecipato in media 380 persone al giorno, pari al 15% circa dei visitatori totali. I minori flussi di traffico del mercoledì sono stati in parte compensati da maggiori visite di martedì e giovedì (compensazione infrasettimanale), mentre solo una minima parte dei visitatori risulta deviata sui Passi Gardena e Campolongo (compensazione tra valli).

Il 50% degli intervistati sul passo è salito in autobus (6% nel 2014 senza limitazioni di traffico) e il numero di obliterazioni si è più che triplicato rispetto all’anno precedente. L’iniziativa della limitazione del traffico è stata accolta dai turisti con grande entusiasmo: il 97% si è dichiarato infatti soddisfatto o molto soddisfatto della propria esperienza sul passo e il 67% ha dichiarato che valuterebbe come un’ottima idea l’estensione della limitazione a tutti i passi del Sellaronda.

I residenti hanno apprezzato il valore dell’iniziativa nell’ottica della sostenibilità, consapevoli dei forti impatti della congestione e del rumore sul passo, evidenziando però, problemi per gli spostamenti tra le valli. Gli operatori economici sul passo si sono mostrati invece tendenzialmente contrari, evidenziando le perdite subite di mercoledì (anche se in alcuni casi è stato riconosciuto il carattere innovativo e coraggioso) e la compensazione dei flussi durante altri giorni della settimana (di martedì e giovedì), mostrandosi disposti a fare delle proposte migliorative. L’analisi ha mostrato come il passo e la strada di accesso durante #dolomitesvives abbiano cambiato funzione, diventando luoghi di attrazione e di relax, permettendo esperienze di mobilità e di visita sostenibili, che incentivano la permanenza prolungata.

Evento organizzato in occasione della chiusura al traffico del Passo Sella (Foto Ufficio stampa PAT)

L’eccellente giudizio dei visitatori, unito a una limitata accettazione degli operatori economici e dei residenti, ha denotato come questa iniziativa sperimentale sia stata positiva.

L’assessore provinciale Mauro Gilmozzi ha apprezzato molto la ricerca dell’Eurac: «Siamo di fronte a un cambiamento di cultura che coinvolgerà non solo noi, ma anche i turisti che frequentano le nostre zone. Noi dobbiamo anticipare questi cambiamenti – ha evidenziato Gilmozzi -. Altro aspetto positivo è che, come si pensava, a minor traffico sul passo è corrisposta comunque un’alta frequentazione di turisti, certamente migliorabile, ma significativa. Inoltre va rilevato che Passo Sella ci sta spingendo a cambiare i modelli di trasporto anche nel fondo valle.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi