I colori del bosco: un codice per conoscere la natura

Il bosco non è mai uguale a se stesso: come un qualsiasi essere vivente, uomo o camoscio che sia, ogni giorno mostra i segni della crescita e della vecchiaia, i cambiamenti dovuti allo scorrere delle stagioni e delle condizioni climatiche. E ogni giorno cambia di colore assumendo, in base all’intensità della luce che riceve, delle tonalità differenti, indossando una veste mattutina e una serale.

Sotto certi aspetti i colori del bosco costituiscono una sorta di codice, un linguaggio attraverso il quale si può entrare in sintonia con la natura, cogliendo i suoi aspetti più belli e nascosti.

dsc_0110

Ciascun avvenimento che scandisce la vita nella foresta, è accompagnato, infatti, da un colore. Nelle aurore estive, ad esempio,  i colori delle grandi abetaie sono dominati da toni grigi che variano dal grigio muschio del terreno, ancora umido, al grigio perla della rugiada sospesa sui fili d’erba, diffondendo tutto intorno un’aria di attesa. Poi, quando tra le chiome degli alberi appaiono le prime lame di luce e l’aria fredda della notte lascia il posto a refoli più caldi del mattino, i colori mutano, diventando a poco a poco più intensi e coinvolgenti. Con un crescendo fantastico: gli animali si svegliano; i fiori si schiudono, esibendo il loro ventaglio variopinto; gli insetti si alzano in volo alla ricerca di nettare e gli uccelli si esibiscono in richiami d’amore, ricordando a possibili intrusi anche i loro confini territoriali. E tutt’intorno si crea un turbinio di colori sempre più vivi che accendono il bosco e la nostra fantasia.

Nelle prime ore del pomeriggio, quando la luce è al massimo del suo splendore, si raggiunge infine il culmine, con una vera e propria sinfonia di colori, con le chiome degli alberi che si illuminano, mettendo in risalto la vivacità del verde mela delle foglie nuove, il profondo verde smeraldo delle fronde più mature, fino al verde scuro di chi sta invecchiando.

dsc_0007La sera, invece, mentre cala il silenzio, i colori s’acquietano e le variazioni si uniformano in un’unica tonalità, piena e calda, trasmettendo una sensazione di tranquillità, invitando alla contemplazione. I colori del bosco hanno questa grande capacità di farci sentire in pace con noi stessi e tutto ciò è straordinario in una vita frenetica, dove i ritmi non sono più dettati dalla natura, ma dagli impegni e dalle preoccupazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi