Il filosofo Vito Mancuso a Pozza di Fassa

In considerazione delle previsioni meteo il previsto incontro di venerdì 14 al Rifugio Roda di Vael con filosofo e teologo Vito Mancuso, dal titolo “Responsabilità della bellezza”, è stato spostato a Pozza di Fassa alle 17 al teatro dell’oratorio parrocchiale. L’iniziativa è organizzata nell’ambito della rassegna culturale “Viaggio nei Rifugi dell’arcipelago Dolomiti UNESCO”. A moderare l’incontro sarà la giornalista Fausta Slanzi.

Vito Mancuso, nato nel 1962 a Carate Brianza da genitori siciliani, sposato con figli, è un teologo italiano. Ha insegnato “Teologia moderna e contemporanea” nella facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano, e “Storia delle dottrine Teologiche” presso l’Università degli Studi di Padova. Ha conseguito il dottorato in teologia presso la Pontificia Università Lateranense e la sua tesi diventò il suo primo libro: “Hegel teologo e l’imperdonabile assenza del Principe di questo mondo”, uscito nel 1996 e apprezzato da teologi affermati e di sicura ortodossia.

I suoi scritti hanno suscitato notevole attenzione da parte del pubblico, in particolare “L’anima e il suo destino” (Raffaello Cortina, 2007) “Io e Dio. Una guida dei perplessi” (Garzanti, 2011), “Il principio passione. La forza che ci spinge ad amare” (Garzanti 2013), “Dio e il suo destino” (Garzanti 2015), quattro bestseller da oltre centomila copie con traduzioni in altre lingue e una poderosa rassegna stampa, radiofonica e televisiva.

Il suo ultimo libro è “Il coraggio di essere liberi” (Garzanti Editore, ottobre 2016).

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi