Cambiamenti climatici in mostra al Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino

 “Delicata natura: ambienti d’alta quota e cambiamenti climatici nelle ricerche del Parco” è il titolo della mostra aperta negli spazi espositivi di Villa Welsperg, in Val Canali, che racconta gli ambienti d’alta quota con riferimento alle ricerche del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino riguardo ai possibili effetti dei cambiamenti climatici.

Un tema, questo dei cambiamenti climatici, di estrema attualità, affrontato dalla mostra partendo dai dati di una serie di monitoraggi e di ricerche sull’Altopiano delle Pale di San Martino e svolte dal Parco in collaborazione con vari soggetti.
L’obiettivo dell’attività scientifica che riguarda i monitoraggi e le ricerche del Parco sull’Altopiano delle Pale di San Martino è di creare serie storiche di dati che possano essere comparate tra di loro al fine di comprendere l’effettivo impatto di tali cambiamenti sugli ambienti e sulle specie d’alta quota e per promuovere, eventualmente e dove possibile, azioni di adattamento.

 

La scelta del massiccio delle Pale di San Martino deriva dal fatto che in tale ambito sono presenti le quote più elevate del Parco, caratterizzate dalla presenza di ghiacciai e nevi perenni e di un significativo ambiente alpino, condizione che garantisce la presenza di specie animali e vegetali tipiche, con distribuzione geografica spesso limitata.

Tra gli aspetti indagati risultano i ghiacciai e i nevai, sentinelle importanti per l’accertamento dei cambiamenti climatici. Sono state approfondite anche le conoscenze sulle doline, fondamentali per la comprensione dei meccanismi di formazione delle basse temperature, e quelle sulla idrogeologia, volte a valutare anche gli effetti della riduzione dei ghiacciai e dei nevai sulle risorse idriche.

Allo stesso tempo, per la componente vegetazionale, si stanno registrando sistematicamente i periodi di fioritura e le quantità di polline prodotte da varie specie floristiche, al fine di evidenziare eventuali relazioni con l’aumento delle temperature.

Relativamente agli aspetti faunistici, invece, l’attenzione è stata focalizzata in particolare sullo studio di alcune specie che vivono in ambienti di estensione limitata. Si tratta di specie che hanno una nicchia ecologica ristretta o un limitato areale di distribuzione e quindi teoricamente maggiormente vulnerabili a modificazioni ambientali. In questa prospettiva, il contesto naturale delle Pale di San Martino costituisce un interessante “laboratorio all’aperto” per approfondire gli aspetti del cambiamento climatico.

Villa Welsperg
“Delicata natura”. Ambienti d’alta quota e cambiamenti climatici nelle ricerche del Parco
Luglio e agosto: apertura tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 18 (Settembre: orari dei Centri Visita)

Centro Visitatori di Paneveggio
“Delicata natura”. Effetti dei cambiamenti climatici sui ghiacciai delle Pale di San Martino
Luglio e agosto: apertura 9-12.30 e 14-17.30 (Settembre: orari dei Centri Visita)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi