Dal rifiuto umido il combustibile per gli autobus di Trento

Anticipando i tempi rispetto a quanto previsto dalla Comunità Europea, il Trentino è già pronto a produrre, primo caso in Italia, il biometano per gli autobus cittadini dai rifiuti umidi, secondo una logica di economia circolare e creando benefici per l’ambiente

 

Attraverso la fermentazione del rifiuto umido BioEnergia Trentino produce già un biogas (una miscela di metano e altri gas) per la produzione di energia elettrica rinnovabile e calore. Con questa nuova iniziativa il Biodigestore di Cadino produrrà anche il biometano per autotrazione che sarà destinato alla flotta degli autobus cittadini di Trentino Trasporti che, a progetto ultimato, passerà da 42 (già alimentati a metano) a 64 mezzi (alimentati a biometano). Il nuovo biocombustibile, che sostituirà quindi il metano fossile attualmente in uso, sarà distribuito attraverso la rete nazionale gas della SNAM.

 

«Si tratta del primo progetto in Italia – ha evidenziato l’assessore provinciale all’Ambiente, Mauro Gilmozzi – che anticipa e valorizza le normative europee sull’utilizzo delle fonti rinnovabili per i trasporti, attivando un sistema di economica circolare a tutto vantaggio dell’ambiente e del territorio».

 

Un momento della presentazione della nuova iniziativa che sarà completata entro il 2018.

Il progetto è frutto del lavoro di squadra tra Provincia autonoma di Trento, BioEnergia Trentino, Trentino Trasporti, Fondazione Mach e Comune di Faedo.

Attualmente BioEnergia tratta i 2/3 del rifiuto trentino, quasi 34.000 tonnellate all’anno e produce circa 8.500.000 di kwh elettrici.

La previsione, in seguito all’ampliamento dello stabilimento (già in via di conclusione) è di potere trattare il 100% del rifiuto umido trentino (in sinergia con l’impianto provinciale di Rovereto) e di supportare l’accordo sui rifiuti stipulato dalla Provincia autonoma di Trento e da quella di Bolzano. In particolare Bio Energia Trentino accoglierà una parte dell’umido di Bolzano a fronte del conferimento di una parte di rifiuto secco trentino all’inceneritore di Bolzano.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi