Comano Mountain Runners: “Correre per fare uscire l’orso dentro di noi”

di Massimo Dorigoni

A Comano abbiamo incontrato Marco Buratti presidente e ideatore dell’associazione “Comano Mountain Runners”.

Come e da chi è nata l’idea di fondare questa associazione?

«Abbiamo fondato la nostra Associazione un paio d’anni fa e a oggi possiamo vantare circa un centinaio di soci appartenenti prevalentemente alla zona delle Giudicarie esteriori e della Rendena. A capo di Comano mountain runners c’è un direttivo composto da diversi professionisti ed esperti in diversi ambiti e settori, per esempio medico, tecnico sportivo, pubblicitario, economico».

Un fiore all’occhiello dunque per l’attività outdoor in valle?

«Sì, con una visione lungimirante: la vacanza “trail experience”. Con questa proposta vorremmo contribuire alla valorizzazione del territorio in maniera dinamica promovendo un nuovo turismo basato sullo sport outdoor (trekking e trail running) nella Val Giudicarie. Grazie al lavoro svolto dai nostri runners abbiamo già individuato e tracciato un percorso sviluppato ad anello che consente di esplorare interamente la Comano Valle Salus».

IMG_0370Comano, conosciuta soprattutto come località termale, benessere, sport e natura: un connubio vincente?

«La nostra valle è rinomata soprattutto per le cure termali è vero, ma può offrire molto di più: viviamo circondati da panorami mozzafiato e da posti incredibilmente stupendi che potrebbero essere sfruttati per svariate attività outdoor, che ora difficilmente vengono proposte. Il nostro intento è di far conoscere le bellezze del nostro territorio, dei nostri laghi, rifugi, malghe e tutto ciò che spesso viene dato per scontato, tracciando nuovi itinerari e organizzando gite per turisti e appassionati di montagna».

2016_07_30 - 31434

Uomo e territorio in simbiosi quindi?

«Il nostro è un progetto che vede nell’evento sportivo il culmine, ma è destinato a integrare una nuova fetta di turismo dinamico e alternativo con l’intento di dare maggiore vita alle nostre montagne e di conseguenza maggiore manutenzione del nostro territorio e dei nostri sentieri, troppo spesso lasciati in balia del tempo».

Molte le gare in calendario nel 2017 a partire dalla “Comano ursus extreme trail” le cui iscrizioni sono già aperte.

«Certamente, oltre alla Comano ursus extreme trail che si divide in tre tappe dal 29 al 30 luglio, in calendario ci sono altre due gare sul territorio: la “Valandro vertical race il 2 luglio e la Skyghez il 23 settembre».

_DSC8465

Inserire la parola “ursus” nel lancio dell’evento che potremo definire “principale” avrebbe potuto far suscitare qualche perplessità.

«Dare il nome alla gara è stato un parto difficile. La parola “ursus” è stata inserita per lanciare un messaggio ben preciso: l’atleta che corre nel territorio deve consentire all’orso che è in lui di uscire allo scoperto vivendo istintivamente il proprio spirito».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi