Al via le attività con il MUSE al Riparo Dalmeri 

 

Con l’arrivo dell’estate ripartono le attività con il MUSE, Museo delle scienze, al Riparo Dalmeri, il più affascinante accampamento di cacciatori preistorici della fine dei tempi glaciali.

Il sito archeologico sarà aperto ai visitatori da domenica 10 giugno e fino al 9 settembre 2018. Grazie alle visite guidate, che si terranno ogni domenica (e mercoledì 15 agosto) dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 16 si potrà visitare l’affascinante sotto roccia, nel quale sono state rinvenute oltre 250 pietre dipinte con ocra rossa e i resti di una capanna preistorica risalente a 13.000 anni fa, accompagnati da un esperto del MUSE. Il programma delle attività prevede, oltre alle visite guidate, anche alcuni eventi speciali.

Le visite guidate iniziano con un breve percorso fino al sito archeologico del Riparo dove si approfondiranno la vita e la spiritualità degli uomini che lo abitavano, si osserveranno le diverse espressioni artistiche elaborate nella Preistoria e i materiali utilizzati, sarà possibile formulare ipotesi sull’interpretazione delle immagini dipinte ritrovate all’interno del sito e conoscere le chiavi di lettura utilizzate dagli archeologi. 

Durante i pomeriggi del 17 e 24 giugno, 8 e 22 luglio, 5 e 19 agosto e 2 settembre l’Associazione Guide Altopiano offre un’escursione naturalistica sulla Piana della Marcesina. Tra le opzioni proposte percorsi dedicati ai Cippi della Marcesina, alle Torbiere della piana e al Labirinto di pietra – un vero e proprio “labirinto di roccia” dove, all’interno delle insenature naturali si sono scritte alcune pagine di storia vissuta. Sulle pareti si trovano infatti le iscrizioni di pastori e briganti, soldati e “antichi” passanti. 

Il programma dell’estate 2018 propone infine alcuni speciali appuntamenti: sabato 4 agosto alle 20.30 “Sotto le stelle della Marcesina” in collaborazione con astronomi MUSE per capire se le stelle che vedevano i cacciatori-raccoglitori che 13.000 anni fa frequentavano il Riparo Dalmeri, sono le stesse che vediamo noi oggi.

IL RIPARO

Situato al margine settentrionale dell’Altipiano di Asiago in terra trentina, il sito preistorico del Riparo Dalmeri (1.300 m s.l.m.) è stato oggetto di 20 anni di scavi continuativi da parte del MUSE – Museo delle Scienze di Trento. La ricerca ha restituito – tra gli atri reperti – il più ricco corredo di pietre dipinte mai rinvenuto nei siti preistorici europei e i resti di una capanna dove i nostri antenati preistorici cacciavano, macellavano la carne e vivevano circa 13.000 anni fa. Le pitture in ocra a silhouette, ben 265 pezzi, sono realizzate su pietra locale e riproducono uomini, animali, piante o segni schematici. Il ritrovamento ha dato impulso a una serie di studi sulla vita artistico-religiosa degli uomini dell’epoca. I rinvenimenti e le ricerche condotte su questo sito hanno permesso per la prima volta di leggere le stagioni e le abitudini di vita dei clan preistorici che frequentavano le valli alpine verso la fine dei tempi glaciali. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi