Ad Albiano tre statue raccontano il passato e il presente del territorio

di Stefano Albergoni

Il castagno, pianta maestosa e secolare, ha rappresentato per secoli una delle principali fonti di sostentamento degli abitanti di Albiano, posto sulla sponda sinistra della val di Cembra.

Con l’avvento dell’industria del porfido nella seconda metà del XX secolo le forze impiegate nell’economia contadina sono notevolmente diminuite e la terra è stata poi lentamente, ma inesorabilmente, abbandonata.

Nell’ultimo decennio, grazie all’attività del Consorzio di Miglioramento Fondiario di Albiano, sono stati recuperati molti castagneti secolari e promossi corsi per l’insegnamento delle tecniche di coltivazione e di innesto. Il Consorzio ha bonificato oltre un ettaro di territorio incolto di proprietà del Comune di Albiano, mettendo a dimora ed innestando oltre 200 piante.

Le statue di Egidio Petri, ad Albiano

Nel castagneto sono state inserite tre statue create dallo scultore cembrano Egidio Petri, che rappresentano le fasi fondamentali della raccolta delle castagne:

  • la battitura, effettuata usando una lunga “lata” di larice per far cadere a terra i ricci delle castagne;
  • la raccolta dei ricci, con l’utilizzo di “moie”, fatte perlopiù in noce, per non pungersi le mani;
  • il trasposto alla “riciara”, il cumulo dei ricci, con la gerla.

Operazioni semplici ma faticose, alle quali donne e uomini partecipavano consapevoli dell’importanza vitale che la castagna ricopriva nella fragilissima economia di molte famiglie.

Le tre statue sono state realizzate in porfido, a significare il legame esistente fra il passato contadino e il presente del porfido, che ha dato tanto benessere ma che rischia di spazzare via tradizioni secolari.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi