A Dimaro ridotta la “zona rossa”

A Dimaro accessibile alla popolazione la zona compresa tra via Gole e via Tonale (Statale 42). Confermata l’agibilità delle strade per la prossima stagione sciistica.

Continuano incessanti a Dimaro Folgaria, la località della Val di Sole tra le più colpite dall’emergenza maltempo, i lavori per liberare il paese dal fango e dai detriti. Oggi, al termine di una riunione nella sede della Provincia autonoma di Trento, alla quale hanno partecipato il presidente, Maurizio Fugatti, il direttore generale Paolo Nicoletti, i dirigenti provinciali dei settori coinvolti nell’emergenza per il maltempo e il sindaco di Dimaro Folgaria, Andrea Lazzaroni, è stato deciso di ridurre la cosiddetta “zona rossa” interdetta alla popolazione, riaprendo l’area compresa tra via Gole e via Tonale (la statale 42), compresa la parte immediatamente a nord della statale. Il sindaco di Dimaro ha firmato il relativi provvedimento.

In questa immagine uno statore rimuove dall'abitato di Dimaro il fango che ha circondato e sommerso numerose abitazioni.
Un momento dei lavori per rimuovere dal fango e dai detriti l’abitato di Dimaro.

Durante il vertice si è analizzata la situazione complessiva attuale, decidendo di continuare a muoversi lungo tre direzioni: procedere per parti progressive alla liberazione dell’abitato dai detriti che lo hanno investito e quindi alla relativa riduzione della “zona rossa” in relazione all’andamento dei lavori e alle eventuali ulteriori precipitazioni (un’eventuale ulteriore riduzione della “zona rossa” sarà decisa in un incontro che si terrà fra 7-10 giorni); mettere in sicurezza il rio Rotian (il torrente che esondando a creato le maggiori situazioni di criticità) anche verificando o ripristinando la funzionalità delle briglie poste lungo il suo corso; accentuare il monitoraggio, attraverso un apposito piano che preveda le procedure da attivare in caso di allerta, anche attraverso messaggi da inviare sia alle strutture provinciali, sia a quelle del Comune.

Tra i punti discussi durante il vertice si è parlato anche delle risorse, ancora da definire nei dettagli, da riconoscere al Comune per le spese sostenute per dare ospitalità alle persone che hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni. Inoltre la Provincia ha conferma al Comune di Dimaro Folgaria illuso supporto in merito ad alcune scadenze amministrative. Il direttore generale della Provincia, Paolo Nicoletti, ha confermato che si sta lavorando per la sospensione della riscossione del saldo dell’Imis nei Comuni maggiormente colpiti dal maltempo.

Altro punto importante, la conferma di salvaguardare l’ormai prossima stagione turistica, garantendo anche l’agibilità della rete viaria della zona colpita.

Qui sotto la planimetria rappresentante la nuova delimitazione dell’ “area rossa” .

Planimetria rappresentante la nuova delimitazione dell’area rossa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi